Skip to main content

Costituzione di parte civile nel processo penale in caso di omicidio stradale: cos’è e come funziona

In alcuni casi un sinistro stradale può dare origine a una responsabilità penale che ricade su colui che ha causato l’incidente. È ciò che può avvenire, per esempio, se l’incidente provoca la morte di una o più persone: si tratta di una circostanza nella quale non si può evitare di intraprendere un procedimento penale il cui scopo sarà quello di verificare la responsabilità del soggetto danneggiante, visto che in tale occasione si può concretizzare l’ipotesi di reato di omicidio stradale, a cui si fa riferimento all’articolo 589 bis del Codice Penale.

 Nello specifico, in caso di morte del danneggiato i familiari possono volere non solo il riconoscimento della responsabilità penale per chi ha causato l’incidente, ma anche il conseguimento di un adeguato risarcimento dei danni che sono stati patiti a causa del lutto.

Omicidio stradale: l’atto di costituzione di parte civile

Ecco, quindi, che si ricorre a un atto di costituzione di parte civile, che è lo strumento attraverso il quale si possono soddisfare queste due necessità in modo efficace. In questo modo, si avanza una specifica richiesta di risarcimento in sede penale nel caso in cui il soggetto imputato decida di andare a giudizio con il rito ordinario.

Il pubblico ministero, in presenza di un decesso, attribuisce a un medico legale l’incarico di effettuare l’autopsia della salma. I familiari del soggetto deceduto hanno facoltà di essere coinvolti in questa attività, e possono conferire a un medico legale di fiducia un incarico apposito.

Omicidio stradale: come avviene la costituzione di parte civile

Sono due le occasioni in cui si può procedere alla costituzione di parte civile: o alla prima udienza dibattimentale o all’udienza preliminare. Essa, inoltre, può avvenire prima dell’udienza tramite atto scritto, che deve essere stilato da un legale al quale sarà stata attribuita una procura speciale ad hoc. In mancanza di questo atto, infatti, non c’è alcuna possibilità di richiedere (e quindi di ottenere) un risarcimento dei danni in sede penale. Non solo: senza l’atto non si può avanzare istanza per conseguire la cosiddetta provvisionale, che è quella parte di risarcimento che il giudice decide di liquidare dopo il processo di primo grado.

Omicidio stradale: a che cosa serve la costituzione di parte civile

Come si può notare, l’atto di costituzione di parte civile è molto importante, anche perché riveste molteplici funzioni. Esso, tra l’altro, permette di citare il soggetto civilmente obbligato al risarcimento danni nel processo penale. Esso, in genere, corrisponde alla compagnia assicurativa, o comunque al soggetto che la legge obbliga a risarcire i danni che sono stati provocati da altri.

Ancora, l’atto di costituzione di parte civile è indispensabile per essere rappresentati da un difensore nel corso del processo; qualora esso non fosse presente, non sarebbe permesso il deposito di una lista testimoniale, il che vorrebbe dire non poter esercitare l’accusa privata a integrazione di quella pubblica.

La preclusione riguardante la mancata accusa privata non è da trascurare, in quanto può comportare una limitazione consistente rispetto alla possibilità di fornire nel corso del processo elementi, destinati a essere apportati in giudizio, utili per identificare e confermare la responsabilità del soggetto imputato. Tra l’altro, senza un atto di costituzione di parte civile l’avvocato difensore di chi richiede il risarcimento dei danni non può contro interrogare né i testimoni che sono stati chiamati in causa dalla pubblica accusa né quelli che sono stati chiamati in causa dalla difesa del soggetto imputato.

Necessiti di assistenza legale per un risarcimento danni da omicidio stradale?

Contattaci subito. Grazie ai nostri legali potrai contare sul supporto di cui hai bisogno.

Omicidio stradale: il valore della costituzione di parte civile

Da tutto ciò che si è detto fino a questo momento emerge come la costituzione di parte civile, oltre a rappresentare uno strumento che permette di chiedere un risarcimento in relazione al reato di omicidio stradale, è soprattutto la formalità indispensabile per fare in modo che chi è stato danneggiato dal reato diventi parte attiva nel giudizio.

Ciò vuol dire poter entrare in contraddittorio a tutti gli effetti non solo con il pubblico ministero e il giudice, ma anche con il legale difensore del soggetto imputato: il che è molto importante per riuscire a dimostrare e a far valere le proprie ragioni mediante il ricorso a elementi di prova di carattere testimoniale e documentale al tempo stesso.

Chi può richiedere il risarcimento dei danni per un omicidio stradale

In seguito a un omicidio stradale, sono gli eredi diretti a essere legittimati rispetto a una richiesta di risarcimento dei danni Torino, ma non solo: anche altri familiari possono avanzare la richiesta in conseguenza della sofferenza riscontrata per il lutto, al di là del fatto che non abbiano diritti successori.

Certo, a questo punto diventa fondamentale verificare chi può avere diritto al risarcimento e chi, invece, ne deve essere escluso. Ebbene, da questo punto di vista la giurisprudenza chiama in causa il rapporto di convivenza: come dire, un familiare convivente soffre in misura superiore per il decesso del congiunto rispetto a un parente che non viveva con lui. Il venir meno del defunto comporta un danno che deve essere risarcito. C’è un però, tuttavia.

Omicidio stradale: il risarcimento per i familiari non conviventi

Una interpretazione di questo tipo, basata unicamente sul rapporto di convivenza, rischia di tramutarsi in un formalismo troppo rigido, ed è questa la ragione per la quale le Sezioni Unite della Cassazione hanno ampliato il concetto a tutti coloro che avevano un rapporto affettivo longevo e solido con il defunto, anche se non conviventi. Ovviamente, in una eventualità del genere diviene indispensabile una dimostrazione efficace del rapporto affettivo: si tratta, cioè, di provare al giudice che esisteva davvero un rapporto forte e quotidiano tra il soggetto che pretende il risarcimento e la vittima.

Se hai perso un familiare a causa di un incidente stradale, potresti aver diritto ad un risarcimento.

 Contattaci subito e richiedi una pre-analisi gratuita del tuo caso.

 

 

Dicono di noi
teresa de stefano
teresa de stefano
05/09/2023
Ho trovato l'avvocato Bombaci: competente, disponibile e conciso.
Fulvio Fulvio
Fulvio Fulvio
14/08/2023
Ottimo lavoro svolto per il recupero danni assicurativi! Intermediazione legale perfetta. Consiglio vivamente.
Andrea Giordano
Andrea Giordano
21/07/2023
Avvocato preparatissimo, molto chiaro e disponibile
isabella ventrice
isabella ventrice
14/07/2023
Se si potessero dare 10 stelle lo farei. Ho avuto un problema con la mia dipendente, ho chiamato l’avvocato Alessio Bombaci e lo stesso giorno è riuscito a trovare il tempo per ascoltare la mia problematica e cercare di risolverla. Molto professionale e si vede molto che è una persona che sa quello che fa. E se per caso non è convinto di qualcosa, fa in modo subito di capire quel che é giusto. Più che onesto e disponibile per risolvere quello che mi é successo, si vede che fa il suo lavoro con passione. S dovessi consigliarlo assolutamente SI. Grazie !
abe ada
abe ada
23/06/2023
Gentilissimo
Elisa Salvadego
Elisa Salvadego
12/06/2023
Persona molto competente ed estremamente disponibile.
maryna nimizhan
maryna nimizhan
10/06/2023
Consiglio questo studio legale perché ho riscontrato dei professionisti competenti e onesti.
Sandro Lapunzina
Sandro Lapunzina
30/03/2023
Consulenza davvero impeccabile. Tutto mi è stato spiegato con calma e nei minimi dettagli. Grazie mille
Dicono di noi
teresa de stefano
teresa de stefano
05/09/2023
Ho trovato l'avvocato Bombaci: competente, disponibile e conciso.
Fulvio Fulvio
Fulvio Fulvio
14/08/2023
Ottimo lavoro svolto per il recupero danni assicurativi! Intermediazione legale perfetta. Consiglio vivamente.
Andrea Giordano
Andrea Giordano
21/07/2023
Avvocato preparatissimo, molto chiaro e disponibile
isabella ventrice
isabella ventrice
14/07/2023
Se si potessero dare 10 stelle lo farei. Ho avuto un problema con la mia dipendente, ho chiamato l’avvocato Alessio Bombaci e lo stesso giorno è riuscito a trovare il tempo per ascoltare la mia problematica e cercare di risolverla. Molto professionale e si vede molto che è una persona che sa quello che fa. E se per caso non è convinto di qualcosa, fa in modo subito di capire quel che é giusto. Più che onesto e disponibile per risolvere quello che mi é successo, si vede che fa il suo lavoro con passione. S dovessi consigliarlo assolutamente SI. Grazie !
abe ada
abe ada
23/06/2023
Gentilissimo
Elisa Salvadego
Elisa Salvadego
12/06/2023
Persona molto competente ed estremamente disponibile.
maryna nimizhan
maryna nimizhan
10/06/2023
Consiglio questo studio legale perché ho riscontrato dei professionisti competenti e onesti.
Sandro Lapunzina
Sandro Lapunzina
30/03/2023
Consulenza davvero impeccabile. Tutto mi è stato spiegato con calma e nei minimi dettagli. Grazie mille
Contatti
Seguici sui social!
Casi Risolti
Dal nostro blog
Chiama Ora