Skip to main content

Sei stato Vittima di
Malasanità?


La salute è il bene più prezioso di cui disponiamo e dovrebbe essere preservata, specialmente dalla scienza medica. Per questo, di fronte ad ogni caso di malasanità, ci immedesimiamo nei nostri assistiti, facendo nostro quel profondo senso di frustrazione che ci spinge a dare il massimo per ottenere giustizia!

Insieme possiamo
Ottenere Giustizia

Se hai attraversato il caos della malasanità, sappiamo quanto sia urgente agire e ottenere giustizia.

Nel nostro studio legale, non vediamo solo un caso, vediamo una persona che ha diritto a verità e risarcimento.

In un paese dove ci si aspetta tanto dai servizi sanitari, il dramma della malasanità è in costante crescita.

Dietro l’efficienza, emergono storie di sofferenza, errori medici e negligenze che cambiano la vita.

Il nostro
Impegno

Esperti al Tuo Fianco

Siamo qui per te.

Ogni nostro avvocato è esperto in malasanità, garantendo che il tuo caso riceva l’attenzione e la competenza necessarie.

Sensibilità Medica

Comprendiamo la complessità di ogni caso.
Collaboriamo con medici specialisti per offrire non solo una rappresentazione legale, ma anche un approccio medico dettagliato.

Perché dovresti
Agire Subito?

La Tua Voce Conta: Non sei solo un caso, sei una persona con una storia che merita ascolto. Abbiamo a cuore la tua voce e lottiamo per farla risuonare nei corridoi della giustizia.

Noi Siamo la Differenza: Non siamo solo un team legale, siamo il baluardo contro l’ingiustizia medica. Scegliendoci, scegli la forza di chi lotta per te.

Rischi di Ogni Giorno: Ogni momento conta. In un mondo digitale, le prove possono svanire rapidamente. Agire prontamente significa proteggere la tua verità e i tuoi diritti.

Non lasciare che la tua storia si perda nel buio. Contattaci ora per una consulenza gratuita.

La giustizia può iniziare oggi. Siamo qui, ascoltiamo e lottiamo per te.

Dicono di noi

Le opinioni dei nostri clienti sono importanti per noi, perché rappresentano la misura con cui possiamo valutare il nostro operato.


Risarcimento Danni da Malasanità

I casi di malasanità, purtroppo, sono in costante aumento nel nostro paese e coinvolgono, indifferentemente, strutture sanitarie di tutta Italia.
Chi sceglie di recarsi presso un qualunque ospedale lo fa, chiaramente, avendo aspettative estremamente alte, soprattutto in virtù del fatto che il servizio sanitario italiano viene considerato come uno dei migliori di tutta l’Unione Europea.

Sebbene ciò sia assolutamente vero, accade, purtroppo non di rado, che, in mezzo a tanta efficienza, si verifichino casi di clamorosi errori medici dovuti a gravi negligenze, che, invece di migliorare lo stato di salute del paziente, ne provocano un peggioramento se non, nei casi più gravi, addirittura la morte!

Tra i casi di malasanità quelli che riscontriamo più frequentemento: infezioni ospedaliere (per esempio, un paziente che viene infettato nel corso di un intervento chirurgico, a causa dell’inadeguata sterilizzazione della strumentazione utilizzata. Oppure il paziente a cui viene somministrata una trasfusione di sangue infetto etc.); diagnosi errata o tardiva (una diagnosi errata o tardiva può provocare nel paziente dei danni irreversibili e/o comunque un peggioramento dello stato di salute anziché un miglioramento); errata esecuzione di interventi chirurgici, che possono comportare per il paziente lesioni personali e nei casi più gravi portare al decesso del paziente.

È importante sottolineare che ogni caso di malasanità è un caso a sè, con le sue peculiarità, pertanto non è possibile utilizzare un approccio standard.

Oltre ad essere particolarmente specifico, ogni caso di responsabilità medica è sempre molto complesso, ci sono molti dettagli da esaminare, con una casistica molto ampia.

La nostra struttura vanta collaborazioni con medici specialisti per ogni singola materia. Questa organizzazione ci consente di redigere delle perizie specialistiche e medico-legali, fondamentali per poter affrontare correttamente e con la massima professionalità ogni azione legale per l’ottenimento del risarcimento del danno.

Continua a leggere

Malasanità: Perché farsi tutelare da un legale specializzato?

L’errore più grande che si possa commettere quando si è stati vittima di un caso di malasanità è scegliere il proprio avvocato a caso: magari in base alla vicinanza geografica o perché ci è stato segnalato da qualcuno.

Oggi ci sono tantissimi strumenti di comunicazione a distanza (mail, whatsapp, videochiamate etc.), per cui non ha alcuna importanza dove si trova fisicamente l’avvocato.

Oltretutto la corrispondenza con le strutture sanitarie e le compagnie assicurative si svolge principalmente via pec e anche la giustizia civile si è ormai quasi interamente digitalizzata.

Non bisogna scegliere il proprio avvocato nemmeno semplicemente perché ci è stato consigliato da un amico o un conoscente: potrebbe averlo seguito in passato per un caso che non ha nulla a che vedere con la responsabilità medica!

Nella scelta di un avvocato per malasanità, è importante verificare che il legale sia specializzato nel settore e disponga di una organizzazione professionale con competenze trasversali, fatta anche di medici specialisti e medici legali.

Ciò perché, come detto nel paragrafo precedente, ogni caso di malasanità porta con sé numerose complessità per la cui risoluzione è imprescindibile che l’avvocato venga affiancato da un consulente di parte, in grado di offrire quel necessario supporto scientifico.

Un avvocato specializzato in malasanità, inoltre, sarà in grado di inquadrare al meglio la situazione, richiedere la necessaria documentazione medico-sanitaria ed intervenire prima che le situazioni compromettenti possano essere modificate o, semplicemente, dimenticate.

Così facendo, sarà possibile documentare le condizioni presenti al momento dell’episodio e ricostruirle facilmente anche a distanza di anni. È fondamentale, in questo senso, raccogliere soltanto il materiale utile ai fini dell’azione giudiziaria, escludendo elementi superflui.

Malasanità: Procedura di richiesta risarcimento danni

Nel momento in cui si intenda procedere alla richiesta di un risarcimento danni per malasanità, la prima cosa da fare è richiedere la cartella clinica alla struttura sanitaria che si ritiene responsabile.

La cartella clinica non è altro che la raccolta di tutte le informazioni che riguardano le condizioni di salute del paziente da quando è arrivato in ospedale o in una casa di cura fino alle dimissioni. Essa rappresenta, dunque, una sorta di diario della degenza.

È importante sottolineare che il paziente (o i suoi eredi in caso di decesso) ha il diritto di visionare la cartella clinica in qualsiasi momento e la struttura non può in alcun modo rifiutarsi di consegnarla.

Una volta acquisita la cartella clinica è importante, come detto, rivolgersi ad un avvocato specializzato in malasanità, per ottenere un’analisi del caso.
A questo proposito, sconsigliamo vivamente, soprattutto in casi gravi di malasanità, di rivolgersi ad agenzie di infortunistica o associazioni di consumatori, essendo sempre preferibile affidarsi ad un avvocato.

Questo per tre motivi principali:

  1. l’avvocato è una figura molto più autorevole ed ha decisamente un maggiore potere negoziale;
  2. sarai tu a scegliere il professionista che dovrà seguirti, in base alla fiducia che ti avrà ispirato;
  3. avrai un contatto diretto con l’avvocato, senza dover passare da terzi soggetti. Ciò è molto importante in quanto potrai chiedere aggiornamenti periodici della pratica ed ove occorra essere accompagnato anche alla visita medico legale.

L’iter seguito dal nostro Studio per ottenere un risarcimento danni da malasanità prevede una prima fase stragiudiziale in cui, esaminata la documentazione ed acquisito un parere medico legale di parte, viene inviata una diffida alle controparti (struttura sanitaria e compagnia assicurativa) con un duplice scopo: interrompere i termini di prescrizione ed avviare un tentativo di bonario componimento della lite.

Se ci sono i presupposti per una risoluzione amichevole, si formalizza la transazione con una scrittura privata e il danneggiato viene subito risarcito.

Se, invece, non si trova un accordo, a seconda dei casi lo Studio valuterà se agire in sede penale sporgendo una querela innanzi alla Procura competente, oppure solo in sede civile.

In quest’ultimo caso sarà necessario procedere con un ricorso per accertamento tecnico preventivo (ATP). Si tratta di un procedimento nell’ambito del quale il Giudice nomina un C.T.U. cui affida il compito di espletare una perizia medico-legale, per accertare la responsabilità medica, il danno subito dalla vittima ed il nesso di causalità.

Il C.T.U., prima di depositare la perizia, tenta la conciliazione tra le parti, formulando ove necessario una proposta transattiva.  Se le parti decidono di aderire alla proposta, o comunque trovano un accordo conciliativo, il procedimento si conclude e il danneggiato viene risarcito nei termini pattuiti.

Se, invece, la conciliazione non riesce, il C.T.U. deposita la sua perizia che potrà essere utilizzata dal Giudice nel successivo giudizio di merito.
In quest’ultimo caso, infatti, sarà necessario instaurare una vera e propria causa civile al fine di far dichiarare al Giudice la responsabilità medica ed ottenere il risarcimento del danno (così come individuato e quantificato nella perizia espletata dal C.T.U. in sede di ATP).

Se pensi di essere stato Vittima di Malasanità sei nel posto giusto!
Possiamo valutare il tuo caso senza impegno e capire se ci sono i presupposti per ottenere un risarcimento.

ECCO ALCUNI DEI CASI IN CUI POSSIAMO AIUTARTI

✅ Errato intervento chirurgico

✅ Infezione contratta in ospedale

✅ Omessa o errata diagnosi

✅ Danni alla madre o al feto durante le operazioni di parto

✅ Danno da vaccini

✅ Danno da emotrasfusione

✅ Danni odontoiatrici

In tutti questi casi possiamo fornirti un aiuto concreto per ottenere il risarcimento che ti spetta.

Riceverai un’assistenza legale qualificata ed autorevole, frutto di anni di esperienza nel settore e di una efficace collaborazione con medici specialisti e professionisti medico legali.

SCOPRI I 3 ERRORI DA EVITARE IN CASO DI MALASANITÀ PER NON PREGIUDICARE IL TUO RISARCIMENTO

Errore numero 1
AFFIDARSI AD ASSOCIAZIONI DI CONSUMATORI O AD AGENZIE DI INFORTUNISTICA

Ti consigliamo vivamente, soprattutto in casi gravi di malasanità, di evitare questi enti ed affidarti direttamente ad un avvocato.

Questo per tre motivi principali:
1) l’avvocato è una figura molto più autorevole ed ha decisamente un maggiore potere negoziale;
2) sarai tu a scegliere il professionista che dovrà seguirti, in base alla fiducia che ti avrà ispirato;
3) avrai un contatto diretto con l’avvocato, senza dover passare da terzi soggetti. Ciò è molto importante in quanto potrai chiedere aggiornamenti periodici della pratica ed ove occorra essere accompagnato anche alla visita medico legale.

Errore numero 2

SCEGLIERE IL PROPRIO AVVOCATO IN BASE ALLA VICINANZA O PERCHÉ È STATO CONSIGLIATO DA QUALCUNO

Nella scelta dell’Avvocato che dovrà seguire il tuo caso di malasanità non tenere minimamente in considerazione l’ubicazione geografica del suo Studio Legale. Oggi ci sono tantissimi strumenti di comunicazione a distanza (mail, whatsapp, videochiamate etc.), per cui non ha alcuna importanza dove si trova fisicamente l’avvocato che segue il tuo caso.

Tieni conto che la corrispondenza con le strutture sanitarie e le compagnie assicurative si svolge principalmente via pec e che anche la giustizia civile si è ormai quasi interamente digitalizzata.

Non scegliere nemmeno il tuo Avvocato semplicemente perché ti è stato consigliato da un amico o conoscente: potrebbe averlo seguito in passato per un caso che non ha nulla a che vedere con il tuo!

Nella scelta del tuo Avvocato per malasanità devi accertarti di tre cose fondamentali:
1) che sia effettivamente specializzato nel settore;
2) che sia disponibile e reperibile (cosa, purtroppo, tutt’altro che scontata perché molto spesso gli Studi Legali interpongono la segretaria tra l’Avvocato ed il Cliente, risultando per quest’ultimo a volte difficile avere un contatto diretto con il legale);
3) che, prima di farti sottoscrivere il mandato, ti fornisca un preventivo dettagliato dei costi (questo è sinonimo di correttezza e trasparenza, oltre che essere un obbligo deontologico per l’Avvocato).

Errore numero 3

AVVIARE LA CAUSA SENZA AVER FATTO UN PERIZIA MEDICO LEGALE DI PARTE

Questo è forse l’errore più grave che potresti commettere: avviare una causa civile per malasanità senza aver prima verificato con un medico legale di parte l’effettiva sussistenza di una responsabilità sanitaria ed il nesso di causalità tra l’errore medico ed il danno subìto.
Potresti andare incontro ad una pesante soccombenza in giudizio, con conseguente addebito delle spese legali anche della controparte!

In realtà, nessun Avvocato specializzato in malasanità ti proporrà mai di avviare un’azione giudiziaria senza aver fatto una perizia di parte.
Quindi, anche da questo potrai capire se l’Avvocato che ti segue è davvero competente in materia.

Le cause di malasanità implicano conoscenze tecnico-scientifiche che un Avvocato (a meno che non sia anche Medico Legale) non può avere, per cui è sempre fondamentale che l’attività del legale venga supportata da una perizia di parte.

Assicurati, quindi, prima di avviare una qualunque causa civile per malasanità, di avere un Medico Legale di parte pronto ad affiancare il tuo Avvocato in giudizio e sollevare quelle (molto spesso fondamentali) “osservazioni tecniche” alla tesi difensiva di controparte ed, ove occorra, alla perizia espletata dal C.T.U. nominato dal Giudice.

LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI CHE CI PONGONO I NOSTRI ASSISTITI

Che funzioni ha il medico legale?

Il medico legale è uno specialista che si occupa di indagare sulle cause di fatti di interesse sia medico che giuridico, al fine di quantificare il danno subìto dalla vittima.

Qual è l’iter da seguire per richiedere un risarcimento danni?

L’iter prevede una prima fase stragiudiziale in cui il nostro Studio Legale invia una diffida alla controparte ed alla sua compagnia assicurativa, finalizzata a raggiungere un accordo bonario. Se ci sono i presupposti per una risoluzione amichevole, si formalizza la transazione con una scrittura privata e il danneggiato viene subito risarcito.

Se, invece, non si trova un accordo, si potrà procedere con una negoziazione assistita in caso di risarcimento danni da incidente stradale o infortuni di varia natura, oppure con un ricorso per accertamento tecnico preventivo (ATP) nei casi di malasanità. Si tratta procedimenti abbastanza celeri, che spesso si concludono con una conciliazione in extremis.

Se, invece, la conciliazione non riesce, sarà necessario instaurare una vera epropria causa civile al fine di far dichiarare al Giudice la responsabilità della controparte ed ottenere il risarcimento.

Quanto dura una causa civile?

La fase stragiudiziale normalmente si conclude in 30/60 giorni circa. Nel caso fosse necessario fare la causa civile, questa dura mediamente tra i due e i tre anni.

Devo affidarmi ad un avvocato della mia città?

Spesso chi intende procedere con un’azione legale per chiedere il risarcimento danni pensa di doversi rivolgere ad uno studio della propria zona. Non è assolutamente così! Non è importante, infatti, il luogo in cui lo Studio Legale ha la propria sede, bensì la sua specializzazione.

Quando scegli uno Studio Legale per ottenere un risarcimento danni, la cosa davvero importante è che sia davvero specializzato nel settore e che disponga di un’organizzazione fatta di avvocati e consulenti di parte esperti, che conoscono molto bene le insidie e le problematiche di questo settore.

LEGGI GLI ULTIMI ARTICOLI SUL RISARCIMENTO DANNI ERRORI MEDICI

Risarcimento Danni da Coagulazione Intravascolare Disseminata (CID)

La coagulazione intravascolare disseminata (CID), nota anche come sindrome da defibrinazione, è una grave complicanza legata a problemi di coagulazione del sangue che può avere conseguenze fatali. …

Morte per Emorragia Post Partum e risarcimento danni

L’emorragia post partum è una condizione che può causare gravi complicazioni durante il periodo post-parto e, in alcuni casi, può portare alla morte della madre. In situazioni in cui questa complic…

Isterectomia e Risarcimento Danni: In quali casi e come procedere

L’isterectomia è una procedura chirurgica che comporta la rimozione dell’utero di una donna. Questo intervento può essere necessario per diverse ragioni mediche, tra cui fibromi uterini, endometrio…
Chiama Ora