Skip to main content

Danno da vacanza rovinata: quando può essere chiesto il risarcimento?

In linea generale, subire un danno da vacanza rovinata può dare diritto al riconoscimento di un risarcimento, in quanto quest’ultimo, oltre ad essere previsto dalla normativa generale del codice civile sull’inadempimento contrattuale, è previsto anche in modo specifico dall’articolo 46 del Codice del Turismo.

Prima di arrivare a questa conclusione, è necessario però capire che cosa si intende per danno da vacanza rovinata.

Il danno da vacanza rovinata è quel particolare danno riportato dal viaggiatore (che può essere sia un turista, sia un viaggiatore per motivi lavorativi), in seguito ad una lesione del suo interesse, che non gli ha permesso di godere e di sfruttare al massimo il piacere di un viaggio.

Il danno da vacanza rovinata, inoltre, non comporta obbligatoriamente una perdita di tipo patrimoniale per il viaggiatore, ma può essere rappresentato anche semplicemente dallo stress derivante dalla situazione in sé.

Ora che abbiamo fornito una introduzione generale di questo argomento, nel paragrafo successivo analizzeremo che cosa stabilisce la giurisprudenza in merito al danno da vacanza rovinata; in conclusione, capiremo come si quantifica un risarcimento per un danno da vacanza rovinata e quali sono le tempistiche.

Danno da vacanza rovinata: che cosa stabilisce la giurisprudenza

La definizione di danno da vacanza rovinata che abbiamo dato nell’introduzione di questo articolo è stata stabilita dalla giurisprudenza, la quale ha anche affermato la risarcibilità di questo danno: più nello specifico, questa risarcibilità è stata affermata nel 2002 dalla Corte di Giustizia Europea. Prima di arrivare a questa data e a questa affermazione, la legge ha conosciuto una evoluzione nel corso del tempo.

  • La prima data a cui risalire è quella del 1977, anno in cui durante la Convenzione di Bruxelles è stata studiata la prima regolamentazione per il risarcimento danni vacanza rovinata; nel dicembre dello stesso anno, questa convenzione è stata accettata anche in Italia. Ma che cosa stabilisce la Convenzione di Bruxelles? Questa convenzione afferma che l’organizzatore del viaggio è tenuto a rispondere di qualunque danno sia stato subito dal viaggiatore, a meno che non possa dimostrare per mezzo di alcune prove di essersi comportato in maniera sempre corretta e diligente.
  • Un’altra data importante è quella del 2001, anno in cui è stato introdotto il Codice del Turismo. Questo Codice si è rivelato utile nell’identificazione delle due cause che possono provocare il danno da vacanza rovinata: l’inadempimento o l’esecuzione inesatta delle prestazione che l’organizzatore del viaggio ha offerto al viaggiatore.
  • In ultimo, il 21 maggio del 2018 è stato il giorno in cui l’articolo 46 del Codice del Turismo è stato modificato ed è diventato il Decreto Legislativo n. 62, all’interno del quale si è stabilito che nel caso in cui l’inadempimento a cui facevamo riferimento prima non sia di scarsa importanza, il viaggiatore può richiedere effettivamente un risarcimento danni. Inoltre, questo decreto legislativo ha anche fissato il limite per la prescrizione del danno da vacanza rovinata, che scopriremo nel prossimo paragrafo.

HAI SUBITO UN DANNO DA VACANZA ROVINATA? CONTATTACI PER RICHIEDERE UN RISARCIMENTO

Danno da vacanza rovinata: come si quantifica il risarcimento e quali sono le tempistiche

Prima di capire come si quantifica il risarcimento per danno da vacanza rovinata, è necessario fare una distinzione tra i due danni risarcibili in questo settore, che sono:

  • il danno patrimoniale, per le spese economiche sostenute;
  • il danno morale, per la delusione delle aspettative e lo stressa causato dalla situazione.

Il danno patrimoniale è sicuramente di più facile quantificazione, dal momento che corrisponde alle spese sostenute dal viaggiatore e di cui non ha potuto godere; il danno morale, invece, è molto più complicato da quantificare e deve essere accertato dal giudice, sulla base di diversi fattori e di diversi aspetti. Per quanto riguarda invece le tempistiche, come dicevamo in precedenza, vi è un riferimento all’interno del Decreto Legislativo n. 62, il quale ha fissato il limite di prescrizione del danno da vacanza rovinata a tre anni, che vanno conteggiati dal momento in cui il viaggiatore rientra nel luogo di partenza.

Se anche voi vi trovate in una situazione di questo genere e sentite che vi debba essere riconosciuto un risarcimento per danno da vacanza rovinata, contattate il nostro Studio: siamo esperti in risarcimento danni Torino e in tutta Italia grazie ad un network di professionisti sul territorio ed un approccio moderno alla professione che valorizza l’utilizzo di strumenti di comunicazione a distanza.

Dicono di noi
teresa de stefano
teresa de stefano
05/09/2023
Ho trovato l'avvocato Bombaci: competente, disponibile e conciso.
Fulvio Fulvio
Fulvio Fulvio
14/08/2023
Ottimo lavoro svolto per il recupero danni assicurativi! Intermediazione legale perfetta. Consiglio vivamente.
Andrea Giordano
Andrea Giordano
21/07/2023
Avvocato preparatissimo, molto chiaro e disponibile
isabella ventrice
isabella ventrice
14/07/2023
Se si potessero dare 10 stelle lo farei. Ho avuto un problema con la mia dipendente, ho chiamato l’avvocato Alessio Bombaci e lo stesso giorno è riuscito a trovare il tempo per ascoltare la mia problematica e cercare di risolverla. Molto professionale e si vede molto che è una persona che sa quello che fa. E se per caso non è convinto di qualcosa, fa in modo subito di capire quel che é giusto. Più che onesto e disponibile per risolvere quello che mi é successo, si vede che fa il suo lavoro con passione. S dovessi consigliarlo assolutamente SI. Grazie !
abe ada
abe ada
23/06/2023
Gentilissimo
Elisa Salvadego
Elisa Salvadego
12/06/2023
Persona molto competente ed estremamente disponibile.
maryna nimizhan
maryna nimizhan
10/06/2023
Consiglio questo studio legale perché ho riscontrato dei professionisti competenti e onesti.
Sandro Lapunzina
Sandro Lapunzina
30/03/2023
Consulenza davvero impeccabile. Tutto mi è stato spiegato con calma e nei minimi dettagli. Grazie mille
Dicono di noi
teresa de stefano
teresa de stefano
05/09/2023
Ho trovato l'avvocato Bombaci: competente, disponibile e conciso.
Fulvio Fulvio
Fulvio Fulvio
14/08/2023
Ottimo lavoro svolto per il recupero danni assicurativi! Intermediazione legale perfetta. Consiglio vivamente.
Andrea Giordano
Andrea Giordano
21/07/2023
Avvocato preparatissimo, molto chiaro e disponibile
isabella ventrice
isabella ventrice
14/07/2023
Se si potessero dare 10 stelle lo farei. Ho avuto un problema con la mia dipendente, ho chiamato l’avvocato Alessio Bombaci e lo stesso giorno è riuscito a trovare il tempo per ascoltare la mia problematica e cercare di risolverla. Molto professionale e si vede molto che è una persona che sa quello che fa. E se per caso non è convinto di qualcosa, fa in modo subito di capire quel che é giusto. Più che onesto e disponibile per risolvere quello che mi é successo, si vede che fa il suo lavoro con passione. S dovessi consigliarlo assolutamente SI. Grazie !
abe ada
abe ada
23/06/2023
Gentilissimo
Elisa Salvadego
Elisa Salvadego
12/06/2023
Persona molto competente ed estremamente disponibile.
maryna nimizhan
maryna nimizhan
10/06/2023
Consiglio questo studio legale perché ho riscontrato dei professionisti competenti e onesti.
Sandro Lapunzina
Sandro Lapunzina
30/03/2023
Consulenza davvero impeccabile. Tutto mi è stato spiegato con calma e nei minimi dettagli. Grazie mille
Contatti
Seguici sui social!
Casi Risolti
Dal nostro blog
Chiama Ora